Tag Archives: cucina

Come recuperare il pane secco

7 Set

Ciao a tutti!

Ieri ci siamo ritrovati in casa un sacchetto di carta pieno di pezzetti di pane duro. Credo capiti a tutti di avanzare dei pezzi di pane, magari troppo piccoli o già un po’ vecchiotti per poterli surgelare o mangiare.

E siccome noi non buttiamo via niente.. eccovi qualche idea per recuperare il pane secco.

Innanzitutto tagliatelo a fette o pezzetti non troppo grandi, e lasciatelo indurire nei sacchetti di carta (quelli in cui solitamente vi viene venduto il pane stesso).

Le alternative a questo punto sono tre:

  • quando è ben duro, mettete il pane in un frullatore o robot da cucina e sminuzzatelo fino a ottenere una polvere. Sì, esatto, avete fatto il pan grattato in casa. Se rimangono dei pezzi grossi, potete sempre passare il pane al setaccio.
  • tagliate il pane a tocchetti o fettine e scaldatelo in forno (magari con il grill) per 10-15 minuti, per ottenere crostini o bruschette da accompagnare a zuppe o da condire a vostro piacimento.
  • lasciate ammorbidire il pane in una ciotola con latte o acqua, e usatelo per creare piatti sfiziosi.

Il pane ammorbidito si può usare, ad esempio, per polpette e polpettoni: invece di usare tutta carne macinata, usate un 50% di pane e un 50% di carne: avrete un impasto più morbido, al quale dovrete aggiungere solo uova, sale, un po’ di parmigiano o pecorino grattugiato e pepe a piacere.

Un’altra ricetta sfiziosa in cui il pane duro è protagonista è il pan pizza: fate ammorbidire il pane nel latte; quando si è ammorbidito a dovete, strizzatelo e formate una bella base in una teglia. Condite con sugo di pomodoro, formaggio, tonno, capperi, olive nere e basilico (oppure con gli ingredienti che più vi piacciono.. come una pizza!), mettete in forno a 220-250°C per una mezzoretta, e il gioco è fatto!

Tra le altre ricette ci sono la panzanella, la pappa al pomodoro, i budini dolci… ma magari parlerò di queste ricette un po’ più approfonditamente in altri post.

E voi conoscete altri modi per riutilizzare il pane secco? Lasciate un commento qui sotto per condividere le vostre idee!

A presto,

M.

Pranzetto all’italiana: pasta tricolore con pomodorini, caprino e basilico

11 Giu

Buongiorno a tutti, pillolini, e buon inizio settimana.

Oggi a quanto pare sarà una bella giornata, almeno qui (ed era anche l’ora, visto che siamo a metà giugno!), quindi cosa c’è di meglio di un bel piatto di pasta leggero e fresco, ma allo stesso tempo molto saporito?

Vi propongo quindi, per questo pranzetto all’italiana, la pasta “tricolore”, con pomodorini, funghi, caprino e basilico. Vi assicuro che si prepara in cinque minuti (facciamo dieci con la cottura della pasta), è buonissima ed è superleggera, proprio adatta al clima estivo.

Leggetevi dunque questa ricetta, che ho pubblicato su Vivalowcost, e fatemi sapere con un commento se l’avete provata e se vi è piaciuta!

Buona giornata,

M.

Cupcakes!

8 Giu

Chi di voi è stato in uno Starbucks o Costa Café e compagnia bella sicuramente li conoscerà: i cupcakes, infatti, sono dolcetti monodose serviti in tutti i bar dei paesi anglofoni, dolcissimi, coloratissimi e supergolosi!

Qui in Italia stanno iniziando pian piano a prendere piede, anche se per ora i prezzi sono piuttosto altini.

Ecco perché vi propongo la ricetta dei cupcakes (che mi sono stati preparati da una cara amica in occasione di una giornata pasticceria a casa mia), che ho pubblicato su Vivalowcost a questo indirizzo.

La ricetta è presa quasi in toto da quella di Giallozafferano, con poche, piccole modifiche.

Buona merenda!

M.

Ricetta della pizza napoletana

7 Giu

Se c’è un piatto che rappresenta noi italiani in tutto il mondo, questo è decisamente la pizza.

Piatto plurisecolare, i cui primi “prototipi” risalgono a più di mille anni fa, la pizza è una pietanza che si adatta davvero a tutti i tipi di palato, proprio grazie alla sua versatilità e alla quantità di elementi con cui la si può condire. Tipicamente viene cotta nel forno a legna per poche decine di secondi, a una temperatura che si aggira intorno ai 400°C. Ovviamente, però, non tutti hanno un forno di questo tipo a disposizione. Ma non c’è problema! Con questa ricetta potrete godervi la pizza comodamente seduti al vostro tavolo di casa, cuocendola nel vostro forno elettrico o a gas.

Inutile dire che, rispetto ai prezzi della maggior parte delle città italiane (Napoli, ovviamente, esclusa), la pizza fatta in casa è decisamente low cost. E poi c’è anche il grande vantaggio di poter scegliere gli ingredienti che più si preferisce.

Mettete le mani in pasta, dunque, seguendo la ricetta che ho pubblicato su Vivalowcost a questo indirizzo.

Buon appetito!

M.

Coppette al cioccolato e cocco

6 Giu

Sulla scia delle coppette al cioccolato e noci, oggi vi propongo quest’altro dessert velocissimo e low cost da poter fare in qualsiasi momento della giornata: le coppette al cioccolato e cocco.

Bastano pochi, semplici ingredienti, 10 minuti di cottura al microonde et voilà: il dolce è servito.

La ricetta, che ho pubblicato su Vivalowcost, la trovate a questo indirizzo.

Buon appetito!

M.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: