L’acqua: un bene prezioso da non sprecare

8 Mar
Come ci ha insegnato il caro sussidiario delle elementari, il 71% circa della superficie del nostro pianeta è composta di acqua. E questa quantità così massiccia non è irrilevante: l’acqua è infatti una delle risorse più importanti per la vita di tutti gli esseri viventi. Anche il nostro corpo è composto principalmente di H2O, sostanza che infatti ammonta a circa il 65% della composizione corporea.

Queste cifre ci fanno spesso pensare che di acqua ce n’è in abbondanza. Ma se andiamo ad osservare da vicino la varietà di acque presenti sulla Terra, ci rendiamo conto che:

  • il 97% è costituito da acqua di mare;
  • il 2% è costituito dai ghiacciai;
  • l’1% è costituito da acque sotterranee (falde acquifere);
  • lo 0,02% è costituito da acqua dolce.

Di tutta questa acqua, solo lo 0,25% è acqua potabile. Certo, ci sono processi di potabilizzazione che aumentano questa percentuale, ma comunque si tratta di una quantità minima. Se poi consideriamo che negli ultimi 100 anni il consumo mondiale di acqua è salito da 300 a 2.100 km3 annui (1 m3 corrisponde a 1.000 litri, quindi 1 km3 è uguale a ben 1.000.000.000.000 litri!!!). Facendo due calcoli, considerato il totale dell’acqua presente sul pianeta (1.360.000.000  km3) e il totale dell’acqua potabile presente (3.400.000 km3), vediamo benissimo che a botte di 2.000 e rotti kml’anno, con la crescita demografica e soprattutto con la crescita dei consumi, entro un paio di secoli al massimo, volendo essere ottimisti, l’acqua potabile naturale sarà esaurita.

Cerchiamo di capire per cosa viene utilizzata tutta questa acqua: innanzitutto l’uso domestico e civile (alimentazione e igiene in primis, poi sport acquatici, giardinaggio, riti religiosi, spegnimento di incendi), poi l’agricoltura, e infine l’industria. Per molti di questi usi si potrebbe evitare di usare l’acqua potabile, ma, vai a capire perché, spesso questo non accade.

Come fare, dunque, nel piccolo di casa nostra, per cercare di risparmiare qualche litro d’acqua per le future generazioni?

La risposta è semplice ed ovvia, ma purtroppo non sempre messa in pratica: evitare gli sprechi.

Per rendersi conto di quanta acqua viene usata ogni giorno per le azioni che compiamo abitualmente, eccovi una piccola lista:

  • Bere: circa 2 lt al giorno;
  • Farsi una doccia (5-10 minuti): circa 40-80 lt;
  • Farsi un bagno: circa 160 lt + altri 40 lt minimo per lavarsi e sciacquarsi;
  • Lavaggio in lavatrice: 40-90 lt a seconda della classe;
  • Lavaggio in lavastoviglie: 14-40 lt a seconda della classe;
  • Lavare i piatti/panni a mano: 240 lt d’acqua per 30 minuti di lavaggio;
  • Lavarsi i denti (2 minuti): 16 lt d’acqua;
  • Farsi la barba (10 minuti): 80 lt d’acqua;
  • Tirare lo sciacquone: 16 lt d’acqua circa.
Per non parlare poi dell’acqua che si consuma per lavare la macchina o innaffiare un giardino…

Come ridurre gli sprechi?

  • Chiudere il rubinetto quando non ci serve il flusso di acqua corrente: mentre ci si insapona, mentre ci si spazzola i denti, mentre si strofinano piatti e panni sporchi;
  • Preferire la doccia al bagno (anche se, diciamocelo, ogni tanto un bel bagno caldo rilassante ci vuole!)
  • Azionare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico;
  • Lavare la verdura e la frutta in una bacinella, e usare l’acqua corrente solo per l’ultimo risciacquo: l’acqua raccolta può servire per innaffiare le piante o per lavare i pavimenti (se non è sporca!), o anche per scaricare il wc, se non c’è bisogno del getto forte;
  • Usare l’acqua sporca che si è usata per lavare i pavimenti come scarico per il wc;
  • Usare il pulsante di stop quando si tira lo sciacquone;
  • Munirsi dei rompigetto: questi piccoli filtri che si trovano nei supermercati (alla Coop ve ne danno una scatolina gratis se diventate soci!) si applicano ai rubinetti e rendono l’acqua più voluminosa mischiandola con l’aria; in questo modo si risparmia il 60% dell’acqua che esce dal rubinetto poiché, pur usandolo a bassa potenza, si avrà l’effetto di un flusso d’acqua più potente;
  • Raccogliere in un secchio l’acqua che scorre inutilizzata quando si regola, ad esempio, la temperatura della doccia (se il boiler è lontano dal bagno, si possono sprecare addirittura decine di litri d’acqua solo per raggiungere la temperatura giusta!);
  • Quando si lavano i piatti a mano, riempire il lavello con acqua e sapone e lavare prima le stoviglie meno sporche, cosicché l’acqua rimane pulita più a lungo e non c’è bisogno di cambiarla.

Della necessità di evitare l’acqua in bottiglia, invece, vi ho già parlato nel post precedente, ma mi piace ribadire: purtroppo le case produttrici di acqua imbottigliata ci hanno infinocchiati ben bene facendoci credere che l’acqua del rubinetto fosse nociva, e che le loro acque fossero invece portatrici di salute e bellezza. Niente di più sbagliato! Ci sono acque delle reti idriche comunali che sono nettamente migliori rispetto a quelle imbottigliate. Inoltre, se consideriamo il fabbisogno giornaliero personale di acqua di circa 1,5-2 lt, a fine anno ogni persona, se bevesse acqua imbottigliata, consumerebbe ben 365 bottiglie: questo significa almeno 19 kg di plastica inutile in un anno. Oltre, ovviamente, alla carta delle etichette e al carburante dei trasporti.

Quindi, come ho già suggerito, possiamo scegliere di tenere da parte qualche bottiglia o boccione da andare a riempire a una fonte vicina, oppure acquistare una caraffa filtrante e bere l’acqua del rubinetto.

Se ognuno di noi osservasse queste piccole regole del vivere quotidiano, il risparmio di acqua sarebbe immenso. E sarebbe un risparmio decisamente prezioso, sia in termini di denaro che in termini di costo ambientale. Se eviteremo gli sprechi, la Terra saprà come ringraziarci.

E voi, conoscete altri trucchetti per risparmiare acqua? Suggeriteli in un commento a questo post!

Non dimenticatevi di partecipare al contest in corso, potreste vincere un bel salvadanaio! Lo trovate cliccando in alto su Contest oppure cliccando qui.

Alla prossima,

M.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: